gioi
giorgia borroni
Fotografia e nuovi media
Progetti narrativi di una Milano contemporanea
La città di Milano ospiterà l'Expo 2015 e si presenterà al mondo come una delle metropoli più innovative sul piano urbanistico e dell’organizzazione degli spazi urbani. Un cambiamento che il progetto qui presentato vuole osservare, comunicare attraverso la progettazione di itinerari di immagini fotografiche della città. Una lettura della metropoli affidata a sguardi contemporanei, a orizzonti visivi capaci di cogliere il senso del paesaggio, della trasformazione e della sua dinamica. L'intenzione è anche quella di veicolare il messaggio e quindi la conoscenza della trasformazione architettonica e urbanistica della città di Milano attraverso il più vecchio dei nuovi media : la fotografia. L'analisi affronta le origini della fotografia di paesaggio, ripercorre le più importanti campagne di documentazione e catalogazione, prende coscienza delle esperienze svolte dai più grandi maestri della fotografia contemporanea. Uno sguardo al presente a 360°, per studiare le tendenze dell’immagine fotografica e le sue modalità di fruizione attraverso Internet e i nuovi supporti audio e video, touch screen, e mostre multimediali. Un percorso all’interno della città per definire le mappa della trasformazione, ma anche uno sguardo al passato per comprendere il presente. La proposta progettuale Archivio conTemporaneo, uno progetto fotografico della città di Milano, che si racconta attraverso modalità narrative differenti, fruibile attraverso le nuove tecnologie. In questo contesto, l’immagine fotografica è strumento per la conoscenza e per la lettura di una città, in un periodo che si potrebbe definire di profonda crisi di identità, dovuto al boom architettonico in atto.